MIPAAF – Gadda (PD), finanziamento progetti spreco alimentare, tassello importante di legge approvata

“È positivo che il MIPAAF abbia indetto, come previsto dalla legge sugli sprechi alimentari, una selezione nazionale per il finanziamento di progetti innovativi finalizzati alla limitazione degli sprechi e all’impiego delle eccedenze alimentari per solidarietà sociale.
Sono molto soddisfatta nel constatare che la legge che ho promosso e che è da meno di un anno entrata in vigore, abbia stimolato in questi mesi bellissimi progetti sull’intero territorio nazionale. È fondamentale cambiare approccio e impostazione, fino ad 
oggi si è posta l’attenzione sullo spreco invece è più importante e utile parlare di recupero delle eccedenze: passare da una cultura dello scarto al recupero di alimenti buoni, sicuri e consumabili che possono diventare un bene ed un aiuto per le persone più povere.
La cosiddetta “legge Gadda” è nata osservando le molte esperienze positive che da anni sono attive nel nostro Paese. L’avvio del bando con parte dei fondi stanziati dalla legge 166/2016 è la prosecuzione di un percorso già avviato. Soltanto attraverso progetti innovativi, ed esperienze sempre più strutturate, è possibile invertire la rotta e allo stesso tempo promuovere una maggiore consapevolezza tra i cittadini. 
Voglio anche sottolineare che la legge italiana di recente è stata indicata al parlamento europeo come un modello virtuoso da seguire, una misura di contrasto alla povertà. Sprecare semplicemente non ha senso, recuperare le eccedenze per solidarietà sociale fa bene a tutti”. Così la deputata Pd Maria Chiara Gadda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: