«Sport e non solo, Roma è vicina» – la Prealpina

«Sport e non solo, Roma è vicina»

Nuovi finanziamenti dopo la visita del ministro Lotti? Il sindaco: sintonia con il Governo

 

Piena sintonia tra Governo e Comune, attenzione e interesse di Roma per il futuro di Varese: il giorno dopo la Tre Valli e la visita del ministro dello Sport Luca Lotti, il sindaco Davide Galimberti si dice «ampiamente soddisfatto». Perché lo spettacolo è stato grande e apprezzato, così come la vetrina offerta dalla diretta Rai alla città intera. Martedì però non si è parlato soltanto di ciclismo.

«La visita di Lotti conferma l’interesse del governo verso il nostro territorio», osserva Galimberti. «Prima l’esecutivo Renzi, ora quello Gentiloni hanno creduto e credono negli investimenti per il rilancio e lo sviluppo di Varese». Un’attenzione concreta, che dalle parole passa ai fatti o meglio ai finanziamenti.

«Metterei in ordine di importanza quelli per l’Arcisate-Stabio, che hanno consentito la ripresa dei lavori; quelli per la riqualificazione del campo da rugby, primo intervento su una struttura sportiva dopo decenni, e quelli per il progetto stazioni». Galimberti incassa e rilancia, perché Lotti – facendo riferimento alla seconda edizione del bando “Sport e periferie”, quello che ha reso possibili le realizzazioni a Giubiano – ha lasciato la porta aperta all’arrivo di altre risorse: «Su questo genere di impianti quello che conta sono progetti seri, interessanti e cantierabili in un tempo breve». Caratteristiche che Varese ha dimostrato di avere, se si considera che la convenzione per il campo da rugby è stata firmata solo cinque mesi fa. «L’azione amministrativa per il futuro è pragmatica, parliamo poco e facciamo tanto. Un elemento di discontinuità rispetto al passato», prosegue il sindaco.

«Un esempio? Il piano della sosta, un progetto che guarda lontano e che cerca di inserire un modo diverso di vivere la città»

Così come si sta tentando di fare con il festival Nature urbane, che fino a domenica terrà i riflettori accesi su ville e parchi cittadini. «È un altro cambio di passo; l’iniziativa dell’Amministrazione e di altri soggetti come imprese e associazioni per riguadagnarsi posizioni forse perse in passato».

Il confronto con quello che è stato torna spesso nelle parole del sindaco, che rimarca le differenze.

Ma il futuro? «Guardiamo avanti per far crescere tutti i progetti che sono in campo. Martedì abbiamo avuto una serie di elementi su cui riflettere, con l’ottimo andamento della Tre Valli e i risultati sorprendenti di Nature urbane in quanto a visite e prenotazioni».

Prenotazioni a ville e giardini che – per inciso – sono state riaperte per il prossimo fine settimana proprio dopo le grandi richieste di chi era rimasto escluso. «Il sito ufficiale del festival riceve un sacco di contatti dall’area metropolitana milanese», conclude Galimberti. «Varese sta facendo un salto verso soggetti che finora non l’avevano adeguatamente considerata».

Un’altra correzione alla rotta, se fosse necessario aggiungerlo. Cambiamenti ce ne sono stati – magari non tutti apprezzati fino in fondo – e altri seguiranno. Parola di sindaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: