Sprecare non ha senso

Qualche settimana fa entrando nel market solidale di Guastalla ho trovato questa frase del Dalai Lama “se pensi di essere troppo piccolo per fare la differenza, prova a dormire con una zanzara”. La legge 166/2016 carica tutti di una grande responsabilità, sprecare il cibo, i farmaci e i tanti beni che ci circondano…semplicemente non ha senso e ciascuno può e deve fare la sua parte, a casa propria attraverso un consumo critico e nella filiera agroalimentare attraverso il recupero delle eccedenze, che diventano un bene per chi è in una condizione di povertà.
La nuova norma rende il quadro più chiaro e semplice, agevolato anche dal punto di vista fiscale e soprattutto meno burocrazia.
Ora non ci sono più scuse!Siamo a quasi un anno dall’entrata in vigore della legge, ho visto nascere progetti innovativi, moltiplicarsi le donazioni – e per me i migliori testimoni di questo non sono i sondaggi, ma i volontari che segnalano che gli scaffali delle loro associazioni si riempiono un po’ di più e le imprese che vogliono capire come funziona; moltissimi ragazzi mi scrivono perché vogliono studiare il fenomeno e dedicare la loro tesi di laurea, una terza media di Pistoia ha studiato la legge e questo è diventato il progetto del loro esame di fine anno. Me lo hanno scritto felici, sono certa che saranno dei cittadini più attenti.
Dal mese di luglio una grande compagnia donerà le eccedenze delle navi da crociera, a Mazara del Vallo si recupera il pescato sequestrato grazie alla collaborazione del distretto della pesca.
La bellezza della legge 166 è il suo essere un cantiere aperto, una spinta leggera ad un buon comportamento che va oltre i diciotto articoli che la compongono, e va persino oltre i numeri.
Non parliamo solo di quanto sprechiamo ma di quanto riusciamo a recuperare, fidatevi è molto più utile perché stimola a fare di più.

Oggi La Stampa ha dedicato le prime tre pagine al tema, un bell’articolo che mostra i passi in avanti che abbiamo fatto assieme alle associazioni, alle imprese, ai comuni, che rendono possibile l’applicazione di questa legge ogni giorno.

http://www.lastampa.it/2017/07/09/italia/cronache/la-voragine-del-cibo-sprecato-milioni-di-tonnellate-allanno-finiscono-nellimmondizia-cI0Dw73Wjawe0K7kCg7XSP/pagina.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: